Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione clicca qui.

Google   

Confidenza con i nuovi network in farmacia

network

In un era nella quale domina internet e i social in modalità 2.0, sembra assai difficile pensare ad una farmacia del nuovo millennio targata 2.0, ma in realtà è la proiezione del futuro ed è quello a cui tutti dovranno tendere.

Prima ancora di parlare di cambiamenti di approccio e management, penso sia doveroso parlare di un cambiamento sociale vero e proprio.
Le persone infatti, necessitano di nuovi input e sono portati a sviluppare relazioni interpersonali, sistemi nuovi di collaborazione e di interscambio, dove la conoscenza è a disposizione di tutti e la comunicazione e l’interfaccia ci permette di interagire con le tante professionalità in maniera diretta e senza filtro.
Una grande potenzialità internet, come una grande potenzialità sta proprio in un evoluzione marcata del concetto gerarchico e chiuso di management e gestione aziendale.

L’obiettivo da perseguire è senza dubbio quello di sviluppare lavori in modalità non più ristretta e chiusa, ma collaborativa.
Se pensate a questa idea di business e di impresa capite bene quanto essa possa, oggi giorno, essere vicina a modelli di comunità presenti già su internet.
Non si parlerà più di singole realtà con singoli reparti, ma ci si orienterà verso comunità operative di interscambio:
    •    comunità della forza vendita
    •    comunità dei clienti
    •    comunità del marketing
    •    comunità dei fornitori
    •    comunità dei partner
i network sono l’esempio più calzante dell’evoluzione del concetto di comunità, in un’ottica molto più versatile, propositiva e potenziale. Quest’ottica toglie le certezze, le certezze legate alle stabilità fisse e definite, ma evolve in un concetto di stimolo, di input fermentativo e volitivo verso il miglioramento.
Uno strumento indispensabile è senza dubbio la tecnologia, essa stessa infatti permette proprio la realizzazione della comunità e l‘evoluzione di modelli organizzativi non più vissuti in compartimenti stagni, ma intersecati con necessità differenti offerte da più angolature.


Ciò che si evince in questi modelli sono:
    •    collaborazioni sempre più marcate tra persone
    •    flessibilità e cambiamento dei ruoli, delle funzioni e dei processi
    •    apertura aziendale nei confronti di nuove opportunità
    •    accessibilità a servizi e collaborazioni indipendentemente dalla distanza
    •    creazione di una conoscenza e cultura condivisa
    •    stimolo alla socialità e ai rapporti di confronto e alle collaborazioni


Restare chiusi nel proprio ambito senza guardare dove sta soffiando il vento è sicuramente il modo migliore per non esser abbastanza pronti alla tempesta!